giovedì 13 dicembre 2018
Nella vita non contano gli errori, bensì il leale "Coraggio" di riconoscerli, quindi, la volontà a volerli correggere. Gli errori sono parte vitale della vita di ogni essere vivente. Ci insegnano e ci temprano, costituendo la più grande fonte dove poter reperire esperienza. Solo un anno fà, il 28-05-2017, finiva la marcia Ranger organizzata da Assoranger e Assomilitari e da tutti i...
ATTENZIONE: Questa relazione è stata inoltrata nel 2014 alle autorità di seguito riportate, ma assolutamente ancora attuale. Reclutamento straniero nel Comparto Difesa e Qualità nell’Amministrazione delle Forze Armate Italiane 19 settembre 2014 presso Cuneo Cuneo 28/07/2014 Carlo Chiariglione C.a.: Ministro della Difesa - Senatrice Roberta PINOTTI Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Gen. C.A. Claudio GRAZIANO Presidente del Consiglio Matteo RENZI Vice Presidente della Camera - Cittadino Luigi...
A TUTTI I COLLEGHI IN SERVIZIO NELLE FORZE ARMATE E NEI CORPI ARMATI DELLO STATO. Carissimi amici e colleghi, Con un impegno iniziato nel 2000 e durato 18 anni, non privo di difficoltà e di opposizioni varie, siamo finalmente riusciti ad ottenere da parte del Ministro della Difesa il DECRETO MINISTERIALE di approvazione e riconoscimento di "ASSOMILITARI", Associazione di categoria dei...
Uranio impoverito, lo Stato sapeva e non ha fatto niente: “I superiori mi ordinarono di tacere” Oltre 300 morti e 7000 malati, l’uranio impoverito nel nostro paese è stato causa di una vera e propria strage di militari. L’inchiesta di Fanpage.it svela le responsabilità dei vertici militari italiani che sapevano della pericolosità dell’uranio già dal 1994. Mostriamo le minacce ai...
Fonte: http://www.fanpage.it Oltre 400 militari italiani si sono ammalati di tumore a causa dell'uso di armi all'uranio impoverito durante le missioni di guerra o nelle esercitazioni presso i poligoni italiani. Una strage senza colpevoli. Storie come quelle di Antonio Attianese un ranger dell'esercito, che ha contratto un tumore dopo aver combattuto all'estero e quando ha chiesto il rimborso della spese mediche...
Amici ! – Io vi ringrazio ….. Voi dite il vero, ma forse ci è della esagerazione. Sono timori. Peró tutto può succedere. Dobbiamo essere persuasi che s’ingannano altamente coloro che cercano di manomettere il nostro paese : s’ingannano davvero. Siamo forti – forti più di quello che non credono – Non parlo delle cinquecentomila, né del milione di baionette,...
"C'è un nesso tra l'esposizione all'uranio impoverito e le malattie denunciate dei militari o, dai loro superstiti". A dichiararlo è la Commissione parlamentare d'inchiesta sull'uranio che oggi ha presentato la sua relazione finale evidenziando "sconvolgenti criticità". Dalla Commissione arriva anche un invito al prossimo parlamento affinché vigili con il massimo scrupolo sulle modalità di realizzazione delle missioni italiani all'estero...
Uranio e Amianto alla base di molteplici e temibili rischi a cui sono esposti lavoratori e cittadini nelle attività svolte dall’esercito, ma anche dalla polizia di Stato, dai vigili del fuoco e dalla Marina militare ma il presidente dell’Associazione italiana di radioprotezione medica, Giorgio Trenta afferma di essere stato travisato: mai detto che uranio è responsabile tumori Nel mirino della relazione finale...
E' quanto emerge nella relazione finale della Commissione parlamentare d'inchiesta. Sotto accusa i rischi a cui si sono sottoposti i militari nei poligoni e l'esposizione all'amianto sui mezzi di marina ed esercito. "Inaccettabili le conclusioni della Commissione" la dura replica dello Stato maggiore della Difesa "Sconvolgenti criticità" vengono denunciate per la sicurezza e la salute dei militari dispiegati "in Italia...
Uranio, “ha seminato morte e malattie” e “negazionismo vertici militari”. “Sconvolgenti criticità” nel settore della sicurezza e della salute sul lavoro dei militari “in Italia e nelle missioni all’estero, che hanno contribuito a seminare morti e malattie“. è quanto si legge nella relazione finale della Commissione parlamentare d’inchiestasull’uranio impoverito – passata con 10 voti a favore e soli 2 contrari. Al...
È la prima sentenza che riconosce il nesso causale tra l'esposizione al gas e il tumore al polmone. Due anni per omicidio colposo all'ex direttore generale della Sanità militare, Ministero condannato a risarcire. I fatti nella base Nato del Monte Venda. Guariniello: "Decisione tribunale Padova sia di monito alla politica" ROMA - Tre militari hanno avuto il tumore al polmone...
La relazione finale ha rilevato il "negazionismo" dei vertici militari e gli "assordanti silenzi mantenuti dalle Autorità di Governo". Ma lʼesperto sconfessa il documento: "Non ho mai detto quelle cose"   La relazione finale della Commissione parlamentare d'inchiesta sull'uranio impoverito rileva "sconvolgenti criticità" per i militari "in Italia e nelle missioni all'estero, che hanno contribuito a seminare morti e malattie". Nel...
Replica delle Forze armate alle accuse di "negazionismo" e alla "strategia di sistematica sottostima" contenute nella relazione della Commissione parlamentare d'inchiesta. Scontro tra il professore citato nel documento e il presidente. "Mai detto che c'è nesso tra uranio e tumori". "Glielo abbiamo chiesto due volte, non ha negato la paternità del testo"   “Inaccettabili accuse”. Lo Stato Maggiore della Difesaattacca la...
È la prima volta che in una relazione conclusiva di un organismo politico d'inchiesta si cita l'esigenza di riconoscere il nesso causale tra le patologie tumorali e l'accertata esposizione ad agenti patogeni in teatri militari. "Criticità hanno contribuito a seminare morti e malattie tra i lavoratori militari". Relazione approvata ma contestata dallo Stato Maggiore della Difesa. Soprattutto dopo la...
Il presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sugli effetti dell'utilizzo dell'uranio impoverito, Gian Piero Scanu (Pd), ha presentato alla Camera la relazione conclusiva approvata con 10 voti favorevoli e 2 contrari (Elio Vito di Forza Italia e Mauro Pili del gruppo Misto). "Esiste sul piano giuridico un nesso di causalità tra l'accertata esposizione all'uranio impoverito e le patologie denunciate dai...
Gian Piero Scanu, deputato del Partito Democratico, è Presidente della Commissione Parlamentare di Inchiesta sugli effetti dell'utilizzo dell'uranio impoverito. Intervista a cura di Luca Marco Comellini. "Commissione d'inchiesta sull'utilizzo dell'uranio impoverito. Intervista a Gian Piero Scanu (PD)" con Gian Piero Scanu (presidente della Commissione d'inchiesta sugli effetti dell'utilizzo dell'uranio impoverito, Partito Democratico). L'intervista è stata registrata lunedì 5 febbraio 2018 alle ore...
Dodici anni dopo la morte di Andrea Antonaci, il Tribunale di Roma ha emesso una sentenza definitiva sulle cause della sua malattia. Morto di tumore, Antonaci era un militare che ha partecipato alla missione Nato in Bosnia. L'ha ucciso l'uranio impoverito, e come lui molti altri soldati.   Ci sono due verità distinte che raccontano la storia dei nostri soldati ammalati...
"Norme inadeguate, risultato devastante". Lo Stato Maggiore: accuse inaccettabili È il momento di ammettere che l'uranio impoverito può essere la causa di tumori. È la conclusione della Commissione parlamentare istituita per indagare sulle questioni dell’utilizzo dell’uranio impoverito, la cui relazione finale è stata approvata con 10 voti favorevoli e due contrari. Come ha riferito il presidente Gian Piero Scanu, i...
Questa sera mentre pensavo ad un caro amico, al telegiornale passava il servizio sulla "Teca Falcone", ovvero quel manufatto-memoria realizzato per la conservazione e l'esposizione dell'autovettura del giudice Giovanni Falcone, oggetto dell'attentato di Capaci. Tale auto era chiamata in codice "Quarto Savona Quindici". Come sempre succede quando si parla della storia tragica che definisce la vita, ma ancora più la morte dei...
Ha fatto notizia nei giorni scorsi l’esclusione dalle parlamentarie dei Cinquestelle del senatore cagliaritano Roberto Cotti, giunta del tutto inaspettata e soprattutto al momento ancora assolutamente immotivata: non si sa infatti che cosa abbia combinato di tanto grave il parlamentare, chi invece nel corso della legislatura si è distinto per una seria attività contro le servitù militari in Sardegna. È...

SHOW

Vai alla barra degli strumenti