L’amicizia: primo anniversario della mancanza di una grande persona, Antonio Attianese

Non dico che dividerei una montagna

ma andrei a piedi certamente a bologna

per un amico in piu’

per un amico in piu’

perché mi sento molto ricco e

molto meno infelice

e vedo anche quando c’e’ poca luce

con un amico in piu’

con il mio amico in piu’…”

Questo cantava Cocciante.

“Perchè mi sento molto ricco e molto meno infelice”, questo è il significato dell’amicizia, quella vera.

L’amicizia che ti sta accanto senza essere invadente.

Che ti supporta anche senza sentirla perché sai che è solidamente presente anche senza vederla.

Che ti rende ricco per le esperienze non perse.

Che ti riempie con quei silenzi sperati nei momenti peggiori nei quali necessiti di un discreto calore.

Noi abbiamo avuto per fortuna la possibilità di ricevere questo dono.

Vivere l’educata esuberanza di Antonio Attianese ci ha affiancato per tutto il tempo in cui lo abbiamo avuto tra noi.

Ma Antonio non ci ha dato solo questo, ci ha dato qualcosa che altri che lo hanno conosciuto, avvicinato, poi tradito e dimenticato non potranno mai nemmeno lontanamente godere.

La lealtà di una amicizia sincera.

A distanza di un anno non è stato dimenticato, Antonio ancora corre con noi.

Ce lo ha dimostrato nei suoi ultimi giorni di vita, ma ancor più ce lo sta dimostrando dopo la sua scomparsa attraverso amici speciali come Federico Nencioni e Federica Dito Pilo.

Federico pur non allenato, pur con evidenti problematiche fisiche ha deciso di portare a correre il buon Antonio in una Spartan Race. Una di quelle gare sportive distruttive che solo quelli che hanno cuore possono fare e superare con il sorriso.

Federico si è portato Antonio sulle spalle all’inizio, per poi saltare a sua volta su quelle di Antonio una volta che la stanchezza ha iniziato a farsi viva.

Da quel momento Antonio lo ha supportato come ha sempre fatto con amici e colleghi in tutta la sua vita.

Lo ha fatto Patrizia Dito Pilo.

Patrizia da vera guerriera ha dedicato il suo ultimo combattimento di box, vinto con non poca fatica, ad Antonio.

Anche lei ha voluto onorare Antonio nel modo migliore, sul campo con cuore e sudore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La sera di sabato 23 giugno verrà celebrata la cerimonia per il primo anno della scomparsa di Antonio.

Fisicamente o con il cuore stiamogli accanto.

Allora buona notte amici e finiamo insieme questa canzone per Antonio e per tutti gli amici che ci mancano in questo momento.

#nessunorimaneindietro

#GiustiziaperAttianese

#AssoRanger

#AssoMilitari

“…non farci caso tutto passa hanno

tradito anche me

almeno adesso tu sai bene chi è

piccolo grande aiuto

discreto amico muto

il lavoro cosa vuoi che sia mai

un giorno bene un giorno male lo sai

da retta un poco a me

giochiamo a briscola

non posso certo diventare imbroglione

ma passerei qualche notte in prigione

per un amico in piu’

per un amico in piu’

perché mi tiene ancor piu’caldo

di un pullover di lana

a volte è meglio di una bella sottana

un caro amico in piu’

un caro amico in piu’

e se ti sei innamorato di lei

io rinuncio anche subito sai

forse guadagno qualcosa di piu’

un nuovo amico tu

perche un amico se lo svegli di notte

e’ capitato gia

esce in pigiama e prende anche le botte

e poi te le rida’

ah na na na na na

ah na na na na na na

per un amico in piu’

per un amico in piu’

per un amico in piu’

per un amico in piu’

capelli grigi si qualcuno ne hai

e’ meglio avremo un po’ piu’tempo

vedrai

divertendoci come non mai

ancora insieme noi

non dico che divederei una montagna

per un amico in piu’

ma andrei a piedi certamente a bologna

per un amico in piu’

ah na na na na na

ah na na na na na na

forse guadagno qualche cosa di piu’

un vero amico”