Primo mese senza Antonio Attianese
Persone citate in questo articolo: Antonio Attianese

1656

A un mese dal saluto dato al nostro amico e fratello Antonio nulla è cambiato.

I problemi sono ancora lontani dal veder una soluzione, il silenzio delle Istituzioni è ancora più assordante.

Ma per fortuna in questo momento di immutabilità, anche i sentimenti sono rimasti invariati e ben saldi.

Come al solito gli amici di Antonio, Maria, Carmen, Biagio e di tutta la famiglia Attianese e Forino, sono corsi a offrire il loro calore durante questa giornata.

Gli amici si sa, sono merce rara e per questo ben accetta.

Oggi pur tra difficoltà personali e lavorative diversi amici hanno trovato il modo di andare a salutare Antonio e la sua famiglia, e come al solito l’occasione è diventata una festa così come voleva che fosse Antonio.

Nello stesso modo solare e ironico in cui ha sempre vissuto fino al suo ultimo secondo.

In questi due giorni si sono versate lacrime, certo, ma si sono anche regalati tanti sorrisi alla famiglia di Antonio, di cui ancora si sente il calore delle risate nelle stanze.

I bimbi Carmen e Biagio hanno nuovamente capito chi fosse il loro papà e cosa avesse costruito nella vita, ovvero legami talmente forti e reali da sopravvivere a tutto e a tutti.

Carmen e Biagio saranno sempre forti e fieri del loro papà anche attraverso l’affetto degli amici dei colleghi sempre presenti e sempre pronti in caso di necessità.

Maria, Carmen, Biagio, la sorella di Antonio Maria e tutta la famiglia di Antonio hanno la consapevolezza che la loro famiglia è cresciuta di tanti figli e fratelli sempre pronti ad esserci in qualsiasi momento.

Antonio è sempre più sereno perché ogni giorno ha la conferma che ora, più di prima, nessuno rimane indietro.

Ciao Antonio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti