Kramo di Lesbo, sulla natura degli uomini

108

Su una zattera con cinque naufraghi affamati non servirà il tuo oro a segnarti le mani, perchè chi ha i calli sulla mani ha nobilitato la sua arte e merita di mangiare, mentre chi ostenta vanagloria sfiorando con le dita l’incudine lamentandosi per il calore della fucina e il sudore del fabbro e’ solo un miserabile straccione morale da ignorare con determinazione giacche’ ignorare gli istrioni e’ la loro peggiore nemesi ed egli morirà’ soffocato nelle gozzoviglie.

Kramo di Lesbo

Commenti